Ai sensi dell'art. 64 Codice del Consumo, se il cliente è una persona fisica che acquista la merce per scopi non strettamente connessi alla sua attività, ha diritto a recedere dal contratto di acquisto per qualsiasi motivo, senza necessità di fornire spiegazioni e senza alcuna penalità, nel termine di 10 giorni lavorativi, decorrenti dalla data di ricevimento della merce. 

Si può recedere dal contratto solo se vengono rispettate le seguenti condizioni: 
La merce dovrà essere restituita integra, non usata, completa di tutte le sue parti e negli imballi originali, condizione essenziale per l’esercizio del diritto di recesso. Eventuali mancanze nella confezioni o segni d’uso sul bene saranno rilevanti al fine della valutazione sulla diminuzione di valore del bene, con conseguente riduzione della somma riaccreditata al cliente. 
Preso atto di quanto sopra, per esercitare il diritto di recesso, il cliente dovrà inviare, entro dieci giorni lavorativi decorrenti dal momento della consegna, alla Confettando, una comunicazione contenente la volontà di recedere a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata a: Confettando, Via Giudice Livatino - 92024 - Canicattì (AG)
La comunicazione del recesso può essere inviata inoltre a mezzo fax o e-mail inviati sempre entro il suddetto termine di 10 giorni. 
In base all’art. 67 comma 3 Codice del Consumo, le spese di spedizione relative alla restituzione del bene sono a carico del cliente, non saranno inoltre rimborsate le spese di consegna al cliente ed eventuali altre spese accessorie evidenziate al momento dell'effettuazione dell'ordine.